RELAZIONE E SVILUPPO SULLE CONDIZIONI DI DIFESA ALIMENTARE

Negli ultimi 40 anni si sono accumulate importanti evidenze che suggeriscono come l’alimentazione rivesta un ruolo importante nello sviluppo delle varie patologie cronico-degenerative che affliggono le popolazioni del mondo soprattutto nella parte occidentale.

Il collegamento tra alimentazione e cancro è stata oggetto di diverse e lunghe indagini ora giunte ad una importante fase di svolta conclusiva.

I grandi studi prospettici basati su questioni alimentari e con banca biologica iniziati negli anni 80 e infine gli studi di intervento alimentare avviati negli anni 90 hanno condotto alla conclusione che le Neoplasie sono prevenibili con modificazione sostenibili della alimentazione giornaliera.

Altre importanti evidenze si sono accumulate in campo cardiovascolare e nelle patologie degenerative con l’avvio in alcuni paesi di programmi di pianificazione sanitaria con interventi di prevenzione alimentare.

In Italia sulla prevenzione Alimentare  i  consumatori dovrebbero tutti avere una linea guida per prevenire tutto ciò che potrebbe arrecare danno alla propria salute; in questo caso certamente alleggeriremmo le presenze  presso le strutture sanitarie e guadagneremmo  in salute, alimentandoci in modo corretto con l’ascolto principalmente di professionisti che  a livello umanitario abbiano consolidato una preparazione – guida per un beneficio alla nostra salute.

È noto che i disturbi del comportamento alimentare sono in aumento, la diffusione di patologie è costantemente in crescita con maggior rischio di cronicizzazione in età adulta.

Si parla infatti troppo poco di prevenzione, anche perché i semplici tentativi di carattere informativo basati su consigli o sulla descrizione degli effetti dei disturbi, non risultano essere una prevenzione efficace. Di conseguenza bisogna realizzare una buona armonia fra corpo , autostima e alimentazione. Si è infatti visto che una buona conoscenza dei principi alimentari e del proprio corpo con l’assunzione di comportamenti più salutari ( attività fisica , sana alimentazione) e corretto approccio multidisciplinare dettato da figure professionali di ogni specifico campo competente quali Kiniesiologi Massoterapisti Naturopati e Medici Ayurvedici si può arrivare a una riduzione dei disturbi del comportamento ed una corretta disciplina per il raggiungimento del benessere psicofisico.  Queste figure di primaria importanza sono necessarie per  ridurre sensibilmente la diffusione dei disturbi del comportamento sia alimentare che di atteggiamenti negativi e caotici che abbiamo nei nostri confronti e che di conseguenza si riflettono nel prossimo; figure necessarie per promuovere ed elaborare un nuovo innovativo cambiamento sia a livello cognitivo che a livello pratico nei comportamenti  quotidiani ancora cosi legati a rigidi schemi che ci portiamo dalle generazioni precedenti.